None

Visiting Moon

Evento del 07 Maggio 2016

La nostra fame di comprensione del mondo circostante è insaziabile. È fondamentale per potergli sopravvivere. Ricostruirlo in un altrove ha un senso ancora più importante: farsene una idea più chiara.
Tutto questo lascia una impronta, come abbiamo imparato: qualsiasi esperimento noi facciamo lascia qualcosa di noi.
Con il progetto Visiting Moon vogliamo mostrare questo. L'uomo nel suo cammino nell'universo e nella materia lascia continuamente impronte. Sia verso il passato che verso il futuro: cerchiamo impronte lasciate da homo sapiens e dai suoi colleghi nel nostro passato e nel DNA e cerchiamo le impronte nei deserti del passaggio di Mosé attraverso il Mare Rosso.
La conquista dello spazio è storia di migrazione. Gli uomini migrano. Con essi, spesso migrano anche le piante, nascoste negli abiti, intrecciate ai capelli.
Gli uomini migrano dunque portandosi dietro semi, tradizioni, culture legate all’alimentazione e alla produzione del cibo e dei rimedi ottenuti dalla piante.
L’obiettivo di chi migra è sempre il medesimo che la natura ha codificato, per qualsiasi forma di vita: la conservazione della specie, la riproduzione del proprio corredo genetico. Il genere umano ora immagina nuove migrazioni verso gli spazi siderali.
Impossibile non pensare che, in un futuro più o meno vicino, l’uomo porterà con sé i semi delle proprie colture, inscindibilmente connessi a quelli della propria cultura.
Visiting Moon vuole mostrare, attraverso la chiave della migrazione delle piante, il racconto ideale di un passaggio che l'uomo ha fatto sul nostro satellite: rende reale l’impossibile, con lo scopo di creare informazioni su ciò che la gente ha sperimentato al momento della creazione di quelle narrazioni. Siamo mai stati sulla Luna? Non importa che sia vero o meno. Importa che per poterci andare sia stata costruita una narrazione che ce la rende vera, sensibilmente vera.
Cosa ha fatto l’uomo sulla Luna? Ha camminato lasciando impronte e nei cinque giorni di viaggio ha consumato cibo di natura prevalentemente vegetale come derivati di banane, mele, pesche, fragole, albicocche e fiocchi di cereali.
Visiting Moon è un racconto in forma di giardino di questa impronta , lasciata accidentalmente con le spore e i semi lasciati sulla Luna, alimentati dai liquidi lasciati sempre idealmente nel mare della tranquillità.
Affascinati o sconcertati, ci troviamo di fronte a una verità semplice e vera: la vita, in tutte le sue forme, se esiste è grazie al movimento. La migrazione di piante e persone è necessaria alla sopravvivenza del Pianeta. Questa la verità contenuta in questo racconto mitico.

Elementi decorativi utilizzati